Le formule finanziarie: il noleggio a lungo termine

Vediamo ora (post 3) la formula finanziaria più popolare tra le grandi aziende ed in crescita imponente tra piccole e medie aziende che ne stanno scoprendo la convenienza per la gestione delle auto e flotte aziendali: il noleggio a lungo termine. 

Il Noleggio a Lungo Termine (nlt) mette a disposizione del cliente un’auto, per un periodo che va da 12 a 60 mesi e con chilometraggio definito (max 150.000 Km totali), sollevandolo dalla sua gestione e manutenzione dietro il corrispettivo di un canone mensile.

Il concetto è molto semplice, si passa dalla proprietà all’utilizzo del veicolo coinvolgendo un soggetto finanziario (la società fornitrice di noleggio a lungo termine) che acquista l’automobile e si impegna a farla utilizzare fino al termine del contratto all’azienda cliente. In una parola possiamo riassumere il noleggio a lungo termine come outsorcing dell’auto aziendale.

I VANTAGGI

I principali vantaggi del Noleggio a Lungo Termine (NLT) sono:

– nessun immobilizzo di capitale per l’azienda;
– nessuna gestione interna della flotta o del veicolo a noleggio;
– nessun costo “sorpresa” per manutenzione ordinaria e straordinaria;
– copertura assicurativa totale con RCA, furto, incendio & kasko;
– nessuna gestione delle pratiche relative ai sinistri;
– auto sostitutiva in caso di guasti al veicolo;
– un numero verde a disposizione del cliente 24 ore su 24;
– nessuna gestione per la vendita dell’auto usata e nessun obbligo di acquisto (riscatto).

Non entriamo in questo post nel merito dei singoli vantaggi, cosa che faremo in seguito, ma ci fermiamo solo alla loro elencazione perchè sia chiara la differenza con le altre formule finanziarie.  

Vuoi conoscere le differenze con acquisto e fleet management (post 1) ? clicca qui
Vuoi conoscere le differenze con leasing e full leasing (post 2) ? clicca qui

  1. Tutto giusto, a mio modesto avviso, a parte quanto indicato nel primo punto ossia:

    ” nessun immobilizzo di capitale per l’azienda ”

    La stragrande maggioranza delle offerte di NLT prevedono, e mi pare francamente più che giustificato, un versamento di capitale sotto forma di Anticipo Finanziario oppure Deposito Cauzionale.

    Forse sarebbe più opportuno dire che, poichè ci si riferisce ad una azienda e pertanto il paragone viene spesso fatto con il leasing, al contrario di altre forme di “possesso” (come il leasing appunto), optando per la formula con Anticipo Finanziario anzichè quella del Deposito Anticipato, il NLT richiede un immobilizzo di capitale minimale rispetto al valore – complessivo – della vettura e dei servizi offerti.

    Mi spiego meglio: stipulando un contratto di NLT ed optando per l’Anticipo Finanziario, avrò l’indiscutibile vantaggio che l’immobilizzo di capitale richiesto sarà commisurato – solamente – al valore dei veicolo e non quindi anche ai servizi offerti.

    Massimiliano

  2. Vero per le aziende che non godono di fido spontaneo da parte delle società di noleggio a seguito della valutazione dei propri bilanci (ufficio rischi), in alternativa per evitare il deposito cauzionale o l’anticipo è possibile chiedere una fidejussione alla propria banca (un soggetto terzo che garantisce in caso di inadempimento contrattuale). In questi casi (fido spontaneo o fidejussione bancaria) non è necessario quindi possiamo tranquillamente parlare di nessun immobilizzo senza entrare nel particolare. Grazie per il contributo.

Leave a Reply

Your email address will not be published.