Flotte aziendali e noleggio a lungo termine: eppur si muove

Nel primo semestre del 2008, il mercato italiano dell’auto ha subito un calo dell’11,47%. Questo risultato deriva da una contrazione del 17,40% delle vendite a privati, parzialmente compensata da una crescita del 5,39% delle immatricolazioni ad imprese e società. Secondo l’Ufficio Studi LeasePlan Italia l’andamento positivo delle immatricolazioni ad imprese è dovuto al fatto che la domanda sta recuperando la forte penalizzazione subita nella prima parte del 2007 per effetto di un peggioramento del trattamento fiscale, che venne poi annullato con la Legge del 3 agosto 2007 (vedi nostro post qui). Secondo l’Ufficio Studi LeasePlan Italia, quella appena citata è la principale ragione del buon andamento dell’auto aziendale che, comunque, come già avvenuto in altre occasioni analoghe, nelle situazioni di crisi del mercato dell’auto svolge quasi sempre un importante funzione anticongiunturale. Analizzando in dettaglio gli acquisti delle aziende, emerge che sempre nel primo semestre del 2008 le immatricolazioni per noleggio sono aumentate del 7,19% mentre le altre sono aumentate soltanto del 3,55%. Questa diversa dinamica dipende dal fatto che un numero crescente di aziende rinuncia alla proprietà dell’auto a favore del noleggio a lungo termine che consente costi più contenuti e notevoli vantaggi sul piano organizzativo e gestionale.

Leave a Reply

Your email address will not be published.