Auto: crollano le immatricolazioni delle flotte aziendali a noleggio


Nel 2009, dopo 15 anni di continua crescita, anche il noleggio a lungo termine ha risentito della crisi generale dell’economia, con un fatturato totale fermatosi ai livelli del 2008 (-0,6%) vicino ai 5 miliardi di € e una flotta circolante in calo del 2,7%. Sono peraltro calate sensibilmente le immatricolazioni di veicoli (-27%), in particolare di auto (-24,2%) e, ancora di più, quelle di furgoni (-43,7%).
Sono questi gli indicatori chiave dello stato di salute del settore del noleggio a lungo termine, illustrati pochi giorni fa da Aniasa (l’Associazione Nazionale Industria dell’Autonoleggio e Servizi Automobilistici di Confindustria), che attestano come la crisi dell’auto aziendale abbia oramai raggiunto anche le attività di long rent.
“Dopo anni di incentivi che non hanno preso in considerazione l’auto aziendale, chiediamo al Governo di lavorare a una normativa fiscale che finalmente non veda penalizzato il settore rispetto a quello che accade nel resto dell’Europa”, ha dichiarato Roberto Lucchini, Presidente Aniasa.
In Italia la detraibilità IVA dei costi di noleggio per le aziende clienti è ferma, infatti, al 40%, rispetto al 100% del resto d’Europa e, al contempo e la deducibilità dei costi è ben al di sotto della media dell’Unione. Tale disallineamento produce condizioni di minor competitività per le aziende nazionali rispetto alle concorrenti europee che sostengono costi inferiori (i costi di trasporti rappresentano il 6-8% di quelli complessivi aziendali) per un bene rilevante quale è il parco auto aziendale.
Per contribuire a ridurre i costi di gestione del parco auto e in attesa di una fase congiunturale di ripresa, le aziende di noleggio stanno concordando con la clientela una generale proroga dei contratti, passando dai 36 mesi standard a 48 mesi. Questa tendenza si accompagna al trend ormai stabilizzato verso il “down-grading” ed il “down-sizing”, che sta portando in flotta sempre più veicoli di minori dimensioni e costi.
Tuttavia, pur registrando un netto calo delle immatricolazioni (-24,2%) causato dal clima di incertezza economica, il noleggio a lungo termine conferma la sua posizione primaria nell’ambito del mercato auto, rappresentando anche in questa complessa fase di cambiamento e di minor sviluppo, il 6% dell’immatricolato.

Leave a Reply

Your email address will not be published.