Noleggio auto a lungo termine: crossover tuttofare? Nuova Honda CR-V

 

Se vuoi un’auto a noleggio a lungo termine che sia come un coltellino svizzero, che sappia fare tutto, ti serva fedele in ogni occasione, la nuova Honda CR-V fa per te. Lei è una crossover instancabile, un po’ Suv compatto, un po’ berlina, in abbinamento alla trazione anteriore (e allora è una crossover vera e propria) o integrale (e diviene più Suv), con motorizzazioni benzina e turbodiesel.

Downsizing a tutto spiano per la nuova Honda CR-V edizione 2013: lunga 4.570 mm (-5 mm) e alta 1.630 mm (-30 mm). Ci esprimiamo in millimetri perché le riduzioni di dimensioni sono minime: è ancora più compatto. Ci pare più aggressivo l’aspetto per via della nuova mascherina scura (vedi foto), con luci a Led studiate per il mercato europeo, e cerchi in lega da 18 pollici di serie cattivelloi o in alternativa da 19″ ancora più decisi.

Eppure, sopresa, i nipponici hanno dato ancora più spazio dentro, nonostante la riduzione delle dimensioni esterne. Il tutto grazie allo spostamento in avanti di 60 mm del parabrezza anteriore e ai sedili posizionati all’esterno. Perfino il vano di carico si è ingrandito di 147 litri, con una capacità minima di 589, che schizza fino a 1.648 litri abbattendo i sedili.

Tenuta di strada pari a quella di una berlina: i giapponesi ci sanno fare. Sospensioni MacPherson riviste  nelle tarature e due barre anti-rollio, nonché servosterzo Motion Adaptive Electric (MA-EPS) e rigidità torsionale aumentata del 9%: si attacca alla strada. Per la trazione integrale, ecco lo schema a frizione multidisco con pompa idraulica Real Time AWD System.

Tecnologia all’estremo: controllo di stabilità VSA, cruise control adattivo ACC, controllo di stabilità del rimorchio TSA, allerta per il cambio di corsia in grado di agire sullo sterzo, Collision Mitigation Braking System CMBS capace di frenare il veicolo se si è dinnanzi a un ostacolo. Per chi ama il cambio automatico, debutta l’Hill Descent Control HDC, così affronti discese ripide con una velocità tra gli 8 e i 20 km/h.

Ha motorizzazioni benzina 2.0 i-VTECe turbodiesel da 2.2 i-DTEC. L’unità a benzina aumenta la potenza da 150 a 155 cavalli e riduce le emissioni inquinanti di anidride carbonica da 192 a 173 g/km (168 g/km nella versione 2WD), con soli 175 g/km per la trasmissione automatica. Mi sento di suggerire il 4 cilindri i-DTEC di 150 cavalli e 350 Nm di coppia massima che emette solo 149 g/km di CO2 (174 g/km con l’automatico).

Si tenga presente un dato fondamentale: dopo cinque milioni di esemplari venduti in tutto il mondo, siamo alla quarta generazione della Honda CR-V. Il successo per lei e per chi la prende a noleggio è sicuro.

Leave a Reply

Your email address will not be published.