Renault Zoe: noleggio a lungo termine di un’auto elettrica non costosa

Auto elettrica: l’Eldorado di questo decennio, anche in Italia. Ma il vero problema è il costo di partenza, elevato anche per una piccolina; prezzo che può riflettersi sul canone di noleggio a lungo termine. Fa effetto invece che l’elettrica Renault Zoe abbia in Italia un prezzo base attorno ai 21.500 euro. Senza incentivi. Così che anche il “prezzo” mensile per chi la vuole a noleggio sia accessibile. “L’auto dal design accattivante e compatto integra tutta l’eccellenza della Casa francese nella tecnologia elettrica a un prezzo alla portata di tutti e segna l’ingresso di una nuova era, quella della mobilità elettrica accessibile a tutti. Una nuova tappa tecnologica per Renault”: sono queste infatti le parole del presidente del Gruppo transalpino, Carlos Ghosn, alla presentazione della versione definitiva della Zoe.

La Zoe (che va ad affiancare le altre elettriche Renault Twizy, Fluence e Kangoo) è una vettura ideale per la città ma adeguata anche per gli spostamenti extraurbani (non lunghissimi). È il primo veicolo elettrico con oltre 210 chilometri di autonomia, equipaggiato di serie con il sistema Range OptimiZEr che fa guadagnare fino al 25% di autonomia nei percorsi extraurbani, in grado di ricaricarsi con qualunque livello di potenza, tra 30 minuti e 9 ore. Non solo, la Renault Zoe consente la diffusione delle colonnine di ricarica rapida ed è dotata di R-Link, sistema multimediale costituito da tablet con touch screen, navigatore e servizi collegati.

Lunga 408 cm, larga 173 e alta 157, ha un un motore elettrico sincrono da 88 CV e coppia massima di 220 Nm (è nel muso) ed è alimentata da batterie agli ioni di litio (sotto il pavimento, così non sottraggono spazio): volendo (per chi la compra) il noleggio della batteria è proposto a 79 euro al mese. Comoda per cinque persone, ha una capacità del bagagliaio di 338 litri. Preziosi per consumare e inquinare poco anche gli pneumatici Michelin Energy E-V, a basso attrito.

Chiaramente, occorre che l’Italia si attrezzi in fretta per consentire lo sviluppo delle elettriche: nei giorni scorsi, siamo anche stati bacchettati dall’Unione europea, perché lungo lo Stivale ci sono poche colonnine per la ricarica. Anche la Renault Zoe, nel suo piccolo, può suonare la sveglia: gioiellini simili necessitano di essere accolti come si deve.

  1. Il prezzo della Renault Zoe è di 21.650 euro batterie escluse, che vengono offerte a noleggio con un canone mensile di 79 euro per 36 mesi e una percorrenza di 12.500 km all’anno, per un costo totale annuo di 948 euro. Il prezzo del noleggio comprende anche l’assistenza in caso di guasto e la sostituzione delle batterie dopo 5.000 cicli di ricarica o comunque quando hanno perso oltre il 20% della loro efficienza iniziale.

  2. “La Renault Zoe consente la diffusione delle colonnine di ricarica rapida” strana frase….Quante sono le colonnine oggi? Funzionano?? Ci sta davanti parcheggiato qualche genio???

  3. prezzo delle batterie troppo elevato….12500km con un diesel si spendono circa 1200euro…solo il nolo delle batterie costano quasi 1000 all’anno…

  4. A questi prezzi la macchina elettrica è compltamente fuori mercato.
    Perche?
    1) costa 5.000 – 8.000 più di una utilitaria (benzina – gasolio)di pari livello.
    2) la percorrenza annua per il noleggio delle batterie è fino 12500 Km anno. Facciamo 2 conti €79*12= €948. Ora con la mia utilitaria a gasolio (neanche a gpl o metano), considerando il gasolio a 1,630 (16/02/2013) con €948 acquisto 582 litri e avendo una media di 22 Km/l percorro 12790 Km.Oltre a questo il costo per ricaricare le batterie dovrebbe essere di circa €7,5 ogni 210Km (ottimistici).
    Per percorrere 12500Km devo fare circa 60 “pieni” per un costo di 420€
    Quindi con una maccina a gasolio faccio + km, risparmio + di 400€, non ho problemi di autonomia, etc….

    QUINDI….
    SE I PREZZI DELLE ELETTRICHE NON SCENDONO (imho) POSSONO RESTARE TUTTE DAL CONCESSIONARIO.

    P.S. e non veditemi a dire “..e però diminuisce l’inquinamento”, ma voi come pensate che si produca l’elettricità (energia nucleare, centrali a olio, a carbone,…). Solo quando ci sarà abbastanza energia da fonti alternative e si riuscira a fare la “fusione nucleare” le auto elettriche saranno ecologiche.

Leave a Reply

Your email address will not be published.