Nuova Hyundai i10: noleggio a lungo termine di una citycar curatissima

Curatissima nei dettagli, armoniosa nelle forme, proporzionata e accattivante: è la nuova Hyundai i10. Che, pure nel noleggio a lungo termine, va a fare a pugni con la regina Fiat Panda, con il terzetto Volkswagen up!, Seat Mii e Skoda Citigo, e l’altro tria d’assi Toyota Aygo, Citroën C1, e Peugeot 107. Un settore sovraffollato che la Casa sudcoreana (in piena ascesa nel mondo) intende combattare anche furia di investimenti:  475 milioni di euro. per lo stabilimento turco (Izmit). Qui si realizza quel gioiellino che è la nuova i10.

Avendola osservata con attenzione dentro, è ovvio che i clienti vengano colpiti dallo spazio e dalla praticità dell’auto: un abitacolo sofisticato, tipico dei segmenti superiori, con materiali di alta qualità e comandi ponderati. La rinnovata scocca della Nuova Hyundai i10 regala uno degli abitacoli più spaziosi disponibili sul mercato, oltre a una capienza del bagagliaio di 252 litri, ai vertici assoluti della categoria. Con i sedili posteriori abbassati lo spazio cresce fino a 1.046 litri – anche questa cifra al vertice del segmento. Negli interni spaziosi si apprezzano nuove lavorazioni di qualità, assieme a livelli di comfort e dotazioni di sicurezza normalmente tipici solo dei segmenti superiori.

Occhio: la i10 presenta di serie, su ogni esemplare, un pacchetto ricco di sistemi di sicurezza attiva, fra cui spiccano il controllo elettronico della stabilità (ESP), la gestione della stabilità del veicolo (VSM) e il sistema di monitoraggio della pressione dei pneumatici (TPMS). Oltre a sei airbag. Un “pacchetto” di dotazioni di sicurezza unico nel segmento A: le citycar.

Appena la vedi da fuori capisci che è stata adottata la filosofia del design “fluidic sculpture” per creare una struttura più emotiva, con proporzioni filanti e concrete che danno vita a uno stile dinamico. La griglia esagonale del radiatore, caratteristica distintiva di ogni Hyundai “made in Europe”, esibisce chiaramente il Dna di famiglia e richiama le “sorelle maggiori”. Le nuove luci diurne a LED “incorniciano” la griglia, creando un forte effetto visivo. Lo stile snello ha permesso di raggiungere un coefficiente di resistenza (Cd) di appena 0,31, il più basso del segmento – aiutato da particolari accorgimenti come il parabrezza a filo che non ostacola la linea aerodinamica.  La raffinata aerodinamica riduce il consumo di carburante, limitando anche la rumorosità a livelli inferiori a quelli di molte rivali.

La nuova generazione di i10 sarà offerta in Italia in tre allestimenti (Classic, Comfort, Style) in una gamma di numerosi e vivaci colori esterni –solidi, metallizzati e perlati. Le colorazioni pastello comprendono il Baby Elephant (grigio), Morning Glory (blu) e Pure White, mentre la gamma metallizzata è composta da Sleek Silver, Star Dust (grigio), Sweet Orange e Montano Sky (blu). Quattro i colori perlati: Phantom Black, Red Passion, Wine Red and Silky Beige.

I tecnici HMETC di Rüsselsheim hanno sviluppato e definito due propulsori benzina specifici per la nuova i10, esaltando l’efficienza della meccanica: motori 1.0 e 1.25 litri di recente generazione con trasmissione manuale od automatica (5 o 4 marce rispettivamente), che appartengono tutti alla famiglia di motori “Kappa” ed integrano tutta una serie di caratteristiche innovative che aumentano potenza e coppia, migliorando nel contempo rumorosità e manovrabilità.

Il motore 1.0 litri dispone di una serie di novità che riducono attriti e vibrazioni, facilitando una combustione più completa ed una maggior durata. Va annoverato un offset dell’albero motore di 11 mm, molle delle valvole con minori attriti per ridurre la rumorosità meccanica, ugelli per il raffreddamento dei pistoni, valvole con rivestimento in DLC (diamond-like carbon) per esaltarne la durata – oltre a pistoni e segmenti sottoposti a trattamento PVD (Physical vapour deposition) a lunga durata.

Leave a Reply

Your email address will not be published.