Incoraggianti risultati nel mercato europeo delle flotte – Dataforce

DATA2Le immatricolazioni di autovetture nuove destinate alle flotte nell’UE-5 (immatricolazioni commerciali escluse quelle delle case costruttrici, concessionari e Rent -A -Car) sono cresciute del 4,3 per cento nel mese di settembre 2013.
Il calo delle immatricolazioni delle flotte in Italia (-7,2 per cento) e in Spagna ( -13,6 per cento) è stato più che compensato dal buon andamento degli altri tre mercati: mentre la crescita in Francia e in Germania è stata piuttosto moderata (1,6 per cento e 2,4 per cento rispettivamente), nel Regno Unito è aumentata notevolmente. Dal febbraio 2013, tale mercato è stato in costante crescita rispetto agli stessi mesi dell’anno precedente. Infatti, nel mese di settembre 2013 le immatricolazioni di nuove autovetture destinate alle flotte sono aumentate del 9,7 per cento rispetto a settembre 2012.
All’interno del mercato delle flotte, Mercedes ha raggiunto la maggiore crescita in volume seguita da Skoda. Entrambi i marchi sono stati in grado di incrementare la loro quota di mercato in tutti i paesi EU-5. Anche Volkswagen, Renault e Toyota sono riuscite a superare i loro volumi rispetto all’anno precedente.
Il positivo andamento di Mercedes è dovuto principalmente grazie alla Classe A ed alla Classe E. La Classe A ha superato le immatricolazioni rispetto al mese di settembre 2012 in tutti i cinque paesi, mentre la Classe E ha avuto successo in quattro dei cinque mercati. Solo in Italia le immatricolazioni delle Classe E sono state leggermente in calo, tenuto conto anche delle difficoltà generali del mercato italiano. Anche la nuova CLA- Class ha contribuito notevolmente ad incrementare le immatricolazioni del marchio Mercedes.
Le immatricolazioni della Octavia sono il più importante risultato del trend positivo di Skoda nonostante anche la Fabia abbia ottenuto buoni risultati. Il Rapid Spaceback probabilmente contribuirà a spingere ulteriormente le immatricolazioni Skoda in futuro.
L’analisi delle immatricolazioni per segmenti automobilistici mostra notevoli risultati , anche se la forte performance dei SUV (+16,9 per cento) non sorprende. Il risultato per il segmento “auto compatte” è notevole, con un plus del 12,0 per cento. La quota del segmento delle auto compatte, infatti, è salito fino al 23,5 per cento segnando la quota più alta dal settembre 2011.
Accanto ai modelli Classe A e Octavia, anche l’aumento di immatricolazioni della VW Golf, Audi A3, Kia Cee, Opel Astra, Hyundai i30 e Toyota Auris ha avuto un grande impatto sul buon andamento di questo segmento.
Il segmento delle piccole vetture è stato il secondo più forte nel mercato delle flotte nel mese di settembre 2013. Con una crescita dei volumi del 5,6 per cento la quota del segmento è salito al 19,0 per cento, che rappresenta la migliore quota del mercato UE- 5 da quattro anni. Questo aumento è stato particolarmente incoraggiato dalla Renault Clio, con una crescita dei volumi del 34,0 per cento nell’UE – 5 in totale e risultati ancora più impressionanti in Francia e nel Regno Unito. Altri vincitori sono stati la Fiat 500L, la Citroen DS3, la Peugeot 208, la Toyota Yaris e la Hyundai i20.

(Traduzione del comunicato stampa di Dataforce, società che si occupa di fornire all’industria automobilistica nazionale e internazionale informazioni statistiche sui dati di immatricolazione segmentati nel più alto livello di dettaglio possibile, insieme ad informazioni specifiche su tutte le società e i professionisti che utilizzano vetture e veicoli aziendali. Per informazioni scrivere a: info@dataforce.it)

Leave a Reply

Your email address will not be published.