Un autunno caldo di novità

La nuova suv Jeep Renegade, che sarà costruita in Italia.

La nuova suv Jeep Renegade, che sarà costruita in Italia.

Giugno in leggera ripresa per il mercato dell’auto, e i primi dati (non ufficiali) di luglio fanno prevedere un primo mese del secondo semestre sulla stessa lunghezza d’onda. Ma a sorprendere positivamente è il comparto delle auto aziendali che fa segnare risultati sempre più apprezzabili, nonostante la fiscalità, pur al centro del dibattito parlamentare, è ancora la stessa imposta dai provvedimenti vessativi voluti dagli ultimi Governi. Evidentemente stanno coincidendo diversi fattori positivi nel mercato business: da un lato le aziende che avevano prorogato i vecchi contratti di noleggio, nel 2014 si trovano nella condizione di aggiornare il proprio parco, dall’altro la speranza di una fiscalità più vicina ai livelli europei sta convincendo i fleet manager a investire nell’acquisto di nuovi veicoli. Ma a questa “primavera” dell’auto aziendale (cui fa da contraltare un mercato retail sempre più depresso) non sono estranei i costruttori che, da parte loro, attraggono i clienti a colpi di novità.

Lo abbiamo sottolineato poche settimane fa che la parola d’ordine che sembra contraddistinguere tutte le novità di prodotto è “green”, nel senso che tutti i nuovi modelli sulla rampa di lancio garantiscono consumi minori, emissioni ridotte e masse da portare a spasso dimagrite al limite dello stupefacente. In sostanza, un’auto compatta del 2014 garantisce un taglio di peso di almeno 100 kg (significa quasi il 10%), per  una “media” il saving arriva a sfiorare i due quintali (-15%). Ancora più accentuato il dimagrimento per le suv che, per quelli di grossa taglia, sfiora la mezza tonnellata…

Leggere, risparmiose ed ecologiche, ma con tanti altri vantaggi per gli utenti di flotta. Per esempio nel campo della sicurezza. Un tema sempre molto sensibile in ambito clientela business. Impianti di infomobilità sempre più sofisticati, sistemi di sicurezza attiva e passiva molto più efficaci e, soprattutto, compresi nella dotazione di serie hanno benefici effetti non soltanto sulla sicurezza, ma anche sul valore residuo. Come tutti sanno, infatti, più la dotazione di sicurezza è integrata di serie, maggiore è il valore residuo nell’usato. Con una ricaduta positiva sull’abbattimento dei canoni di noleggio. Mentre se per avere un equipaggiamento adeguato occorre attingere al listino degli optional a pagamento, la ricaduta sulle quotazioni dell’usato è negativa, perché i sistemi previsivi dei noleggiatori si basano sulla dotazione di serie, senza tenere conto (oppure facendolo soltanto in parte) della dotazione eventualmente integrata.

A livello di novità, la seconda parte del 2014 si preannuncia come molto ricca: stanno per esordire modelli importantissimi soprattutto per la categoria di utenti “user chooser”: la nuova Volkswagen Passat, per esempio, che tornerà a rappresentare un punto di riferimento nel segmento delle medie, dopo qualche anno di appannamento commerciale. Ma è in arrivo anche una nuova Audi A4, la Mercedes C Station Wagon, la nuova Ford Mondeo e un restyling della Peugeot 508. Cui si aggiungeranno le Jaguar XE, una nuova berlina sportiva che farà concorrenza alla BMW Serie 3. Tra le compatte, in arrivo una nuova edizione della Ford Focus, la Hyundai i20 e la Nissan Pulsar, che segnerà il ritorno in questo segmento della Casa giapponese. Nei segmenti inferiori, le citycar e le utilitarie (che in ambito flotte sono un segmento dominato dalla Fiat Panda) disporranno presto di parecchie alternative interessanti, come per esempio la Opel Corsa, la Renault Twingo e la Smart di nuova generazione. Ma sono le suv e le crossover a rappresentare le novità più succose: la Jeep Renegade, La Fiat Panda Cross, la 500 X, la Freemont Cross, la Land Rover Discovery Sport (che prenderà il posto della Freelander), la BMW X4, la Citroen C4 Cactus.

Insomma: di novità in arrivo ce ne sono molte. Ma la vera novità sta nei prezzi, che saranno allineati alle corrispondenti versioni attuali, pur con una dotazione di serie notevolmente arricchita. E, in alcuni casi, si vedrà persino qualche taglio ai listini…

Leave a Reply

Your email address will not be published.