Il “tallonamento” in auto è al primo posto tra i comportamenti più odiati mentre si è alla guida

LeasePlanDall’osservatorio internazionale di LeasePlan: il “tallonamento” in auto è al primo posto tra i comportamenti più odiati mentre si è alla guida

Gli italiani affermano di subire aggressioni verbali in auto da parte degli altri conducenti, ma nessuno dichiara di commetterle! 

L’indagine a livello globale, realizzata dall’osservatorio LeasePlan(*) Mobility Monitor e dall’istituto di ricerca internazionale TNS, è stata condotta sui conducenti di auto a noleggio a lungo termine in 20 Paesi. Al primo posto tra i comportamenti più fastidiosi c’è il cosiddetto “tallonamento”, seguito dalla guida troppo lenta e dal “tagliare la strada” alle altre autovetture.

Dal LeasePlan Mobility Monitor emerge che il comportamento più fastidioso alla guida è il “tallonamento” (24%), seguito dalla guida troppo lenta (20%) e dal “tagliare la strada” alle altre auto (17%). Un aspetto interessante è dato dal comportamento che si trova al quarto posto della classifica, ovvero le aggressioni verbali che si subiscono mentre si è alla guida, ma, a sorpresa, gli italiani affermano di non commetterle. Infine, tra i comportamenti più odiati si posiziona in basso nella classifica il sorpasso pericoloso.  Alla domanda se i comportamenti dei guidatori variano a seconda se si guidi un auto a noleggio oppure un auto propria, l’8 % dichiara di guidare più cautamente in una vettura aziendale, mentre il 2% dichiara di non essere prudente alla guida neanche con l’auto di proprietà. Interrogati su quali siano i peggiori guidatori, gli italiani hanno fatto “mea culpa” posizionandosi al secondo posto, preceduti dai rumeni al primo posto, e seguiti da greci, bulgari, croati e tedeschi.

…e per i pendolari?

Dalla ricerca del LeasePlan Mobillity Monitor è emerso anche che il 60% di guidatori di auto a noleggio trascorre mediamente 50 minuti al giorno nel traffico. In Italia è emerso che il tempo medio giornaliero per andare in ufficio è di 60 minuti, la categoria che passa più tempo in auto è quella degli informatori medico scientifici .

“Influenzare il comportamento del conducente è il prossimo step che porterà ad un miglioramento della gestione delle flotte aziendali” dichiara Gavin Eagle, direttore commerciale di LeasePlan in Italia. “Abbiamo bisogno di coinvolgere i guidatori per modificare le loro abitudini e per soddisfare gli obiettivi in materia di sicurezza. In quest’ottica abbiamo lanciato il progetto Clear Box che ha una valenza strategica non solo per l’Italia ma per tutte le altre country in cui opera LeasePlan. Il progetto prevede la possibilità di installare, sui veicoli noleggiati, un dispositivo telematico per la gestione di quegli aspetti legati sia alla prevenzione di rischi che al controllo operativo della flotta. La scelta dipende dalle specifiche esigenze dei nostri clienti che variano a seconda del settore merceologico di appartenenza e dalla numerosità dei veicoli noleggiati. L’obiettivo strategico di LeasePlan è di far diventare la telematica parte integrante della nostra proposizione commerciale, così da poter aumentare l’efficienza dei nostri servizi nel medio termine per tutta la flotta circolante”.

In Italia il 70% dei driver interpellati afferma di essere seguito costantemente da LeasePlan, grazie ad un customer service molto attivo ed esaustivo da cui riceve regolarmente informazioni e consigli sul comportamento alla guida.

L’interesse delle aziende sul tema della sicurezza alla guida diventa, quindi, fondamentale per offrire un servizio sempre più efficiente a tutti i clienti. Un aspetto significativo che emerge dal LeasePlan Mobility Monitor, l’osservatorio internazionale di LeasePlan, che indaga gli sviluppi in tema di mobilità con l’obiettivo di fornire informazioni chiave per una gestione sempre più efficiente delle flotte aziendali.

Leave a Reply

Your email address will not be published.