Car Pooling: le grandi aziende ci credono

JojobFinalmente il Car Pooling inizia a funzionare alla grande. Ne è una chiara dimostrazione la recente adesione di grandi aziende come la Heineken, Brembo, GM Powertrain, Findomestic, Unicoop Firenze al progetto Jojob, realizzato da Bringme con il supporto del Politecnico di Torino. Le ultime adesioni aggiungono un potenziale di 12.000 dipendenti che potrebbero usufruire della condivisione dell’auto nel tragitto casa-lavoro e ritorno. Con conseguente risparmio energetico, abbattimento delle emissioni inquinanti e riduzione dell’utilizzo delle auto aziendali per i dipendenti che ne hanno una in dotazione come benefit. Un circuito virtuoso, dunque, già molto diffuso all’estero, ma che in Italia soltanto ora dimostra una diffusione apprezzabile.

Il Car Pooling funziona in maniera semplice: si basa su una piattaforma web, a cui si accede anche tramite smartphone con sistema operativo Android o iOS, che, previa registrazione, consente di visualizzare una mappa che evidenzia località di partenza e di arrivo di tutti coloro che aderiscono all’iniziativa e che percorrono quotidianamente un tragitto similare. Per organizzare il viaggio in modo condiviso, basta evidenziare i potenziali compagni di viaggio, accedere ai loro contatti, e stabilire con loro le modalità di condivisione.

Secondo Jojob, tre colleghi che percorrono quotidianamente 30 km nel tragitto casa-lavoro risparmiano complessivamente in un anno quasi 1.800 euro. E, soprattutto, abbattono le emissioni di CO2 di 7.700 kg. Ma i vantaggi del Car Pooling sono anche altri. Sul versante aziende, per esempio, l’utilizzo di questo sistema facilita l’ottenimento di certificazioni ambientali, riduce le percorrenze delle auto della flotta, taglia i consumi di carburante, risparmia spazi per i parcheggi e diminuisce il numero delle assenze dei dipendenti dovuti agli scioperi dei mezzi pubblici.

Sul versante dei dipendenti, invece, permette di risparmiare denaro (la spesa si riduce da un terzo fino a un quinto a seconda della composizione del numero dei viaggiatori presenti sul veicolo), si riduce il consumo della propria vettura personale, si passano al volante molte meno ore nel caos del traffico pendolare e, qualora l’azienda abbia previsto un sistema incentivante del Car Pooling, si guadagnano anche vantaggi economici.

Ma c’è un ulteriore vantaggio indiretto, molto importante per creare un clima aziendale eccellente: il Car Pooling sollecita lo spirito di imitazione nei dipendenti. Attraverso l’esempio dei collaboratori virtuosi e il passaparola, molti automobilisti si adeguano. Con conseguente maggiore diffusione del sistema. Che è un’ottima soluzione per ridurre il traffico e risparmiare.

Leave a Reply

Your email address will not be published.