Ford C-Max: noleggio a lungo termine azzeccatissimo

FordC-MAQuando una casa automobilistica azzecca una vettura, tanto di cappello. È avvenuto per la Ford C-Max: per questo nel titolo parliamo di noleggio a lungo termine azzeccatissimo. Nel 2003, è arrivato questo riuscitissimo monovolume compatto. Dopodiché, nel 2009, la C-Max si sdoppiava in versione a 5 posti e a 7 posti con entrambe le portiere posteriori scorrevoli: geniale, pratica, elegante al contempo. In Europa sono stati venduti 1,2 milioni di C-Max, 185.000 in Italia, e il modello è diventato globale trovando in Nordamerica una altro terreno fertile. Adesso, la Ford C-Max si rinnova nel solco stilistico del Kinetic 2, con inediti contenuti tecnologici di sicurezza e motori ancora più efficienti: hanno consumi inferiori fino al 20%, prestazioni superiori.

No, non ci riesce di dirvi se è meglio la 5 o la 7 posti. La 5 posti per chi cerca spazio, non vuole rinunciare a uno stile dinamico. La C-Max7 per gli insaziabili di carico, e per chi ama le porte posteriori scorrevoli. La C-Max dispone di un bagagliaio che va da 432 a 1.723 litri, invece la C-Max7 da 65 a 1.865 litri: tutto straordinariamente modulabile e accessibile attraverso il portellone elettrico che si apre con un movimento del piede. Dentro, il nuovo sistema Sync2 a comandi vocali completo di guida Michelin, impianto audio Sony e telecamera posteriore è facile da usare. La frenata automatica ha la funzione di arresto fino a 50 km/h; prezioso pure il mantenimento della carreggiata, il controllo della stanchezza e la lettura dei segnali. Se volete un aiuto nelle manovre, ecco il sistema parcheggio semiautomatico e il Rear Cross Traffic Alert.

Stupisce che sia maneggevole come una berlina, grintosa con suvvetto aggressivo. E alla fine si devono fare i conti per bene: dato il prezzo di listino basso, anche il canone di noleggio mensile sarà accessibilissimo. E poi fa anche status symbol, con quella bocca così larga davanti e il logo spostato insù.

I motori, tutti Euro 6, offrono un’efficienza migliorata fino al 20%. Le unità benzina includo il mille 3 cilindri da 100 CV o 125 CV e il 1.5 da 150 CV. Per i diesel, abbiamo il 2 litri da 170 CV con cambio automatico, a richiesta sia sulla versione da 150 CV sia sul 1.5 da 120 CV, disponibile anche con 95 CV o in versione Econetic da 105 CV (consumo bassissimo 3,8 litri/100 km, ed emissioni inquinanti di CO2 di 99 g/km). Personalmente troviamo splendido il 2.0 turbodiesel da 150 CV, che reagisce benissimo a qualsiasi regime: da fermo, in ripresa, sulle salite. Ottimo in ogni situazione, e pure per togliersi dagli impicci nei sorpassi. D’altronde, sarà proprio il diesel a fare la parte del leonc nel nostro Paese.

Leave a Reply

Your email address will not be published.