Nuova Mercedes GLC: noleggio a lungo termine di un Suv super efficiente

Arriva la seconda generazione di Suv della classe media di Mercedes: è la GLC. Che stabilisce nuovi parametri di riferimento dal punto di vista tecnico, grazie a una straordinaria efficienza energetica, e a moderni sistemi di assistenza alla guida. Rispetto al modello precedente, i consumi si sono ridotti fino al 19%. Al tempo stesso, le sospensioni pneumatiche Air Body Control a più camere rappresentano una novità in questo segmento, così come il programma per la dinamica di marcia Dynamic Select ampliato e la trazione integrale permanente 4Matic, che incrementano sia il comfort di guida sia l’agilità sportiva su ogni fondo stradale.

2016_mercedes_benz_glcArriva la seconda generazione di Suv della classe media di Mercedes: è la GLC. Che stabilisce nuovi parametri di riferimento dal punto di vista tecnico, grazie a una straordinaria efficienza energetica, e a moderni sistemi di assistenza alla guida. Rispetto al modello precedente, i consumi si sono ridotti fino al 19%. Al tempo stesso, le sospensioni pneumatiche Air Body Control a più camere rappresentano una novità in questo segmento, così come il programma per la dinamica di marcia Dynamic Select ampliato e la trazione integrale permanente 4Matic, che incrementano sia il comfort di guida sia l’agilità sportiva su ogni fondo stradale.

Il volto classico da vettura offroad lascia il posto alla limpida sensualità ed all’estetica moderna: la filosofia del design della nuova Mercedes GLC si potrebbe riassumere in questi termini: il look dinamico suscita emozioni e al tempo stesso gioca con forme essenziali; le superfici cariche di tensione positiva e le linee precise sono testimonianza di quel chiaro linguaggio formale che caratterizza tutti i moderni Suv di Mercedes. GLC si differenzia dalla capostipite Classe G solo nell’estetica.

Il frontale tipico dei Suv della Casa tedesca, con lo sbalzo corto ed incisivo, la mascherina del radiatore verticale e tridimensionale dotata di doppia lamella e Stella Mercedes centrale, riflettono il nuovo design della Casa di Stoccarda. I fari pronunciati, disponibili a richiesta in versione LED High Performance, conferiscono a GLC un aspetto sicuro di sé, che di notte diventa ancora più personale e inconfondibile. Il paraurti con protezione del sottoscocca integrata è offerto in tre varianti: oltre a quella base, sono disponibili una versione ottimizzata per la guida in fuoristrada, con un angolo di attacco maggiore, ed una versione AMG particolarmente sportiva.

Nella vista laterale colpisce la parte superiore della vettura in stile coupé che, combinata al passo più lungo di 118 mm, dona a GLC un profilo elegantemente slanciato. Questo effetto è accentuato dalla dropping line che discende gradualmente, elemento tipico del marchio e dalle spalle possenti. Anche la linea caratteristica posteriore ascendente vivacizza la fiancata della vettura. I cladding ben pronunciati in nero opaco sui parafanghi, i cerchi che possono raggiungere le dimensioni di 50,8 cm (20”) e il predellino laterale (disponibile a richiesta) sono chiari indizi delle doti fuoristradistiche di GLC.

La coda è caratterizzata da larghe spalle muscolose, dallo sviluppo orizzontale delle linee dei contorni e dai gruppi ottici a LED divisi, che di notte assumono un aspetto inconfondibile. Come nel frontale, anche il paraurti è disponibile in diverse versioni. Grazie ad un’arguzia tecnica, viene a mancare la consueta aletta sul tetto: tutte le antenne sono infatti integrate negli specchietti retrovisori esterni e nello spoiler sul tetto.

Dentro, prevale un’atmosfera moderna che per qualità è paragonabile a quella del fratello maggiore GLE. Il nuovo linguaggio formale coniuga la limpida sensualità con la sportività dinamica, reinterpretando il lusso in chiave moderna. Grazie a pregiati materiali di fattura artigianale come la pelle Nappa o gli inserti in legno, i dettagli rifiniti con estrema cura e le superfici che producono una piacevole sensazione al tatto, gli interni creano l’ambiente di benessere tipico del marchio. Non da ultimo, la spaziosità per i passeggeri e per i bagagli è stata incrementata in modo significativo ed è ulteriormente accentuata dall’ampio tetto Panorama in vetro (disponibile a richiesta).

Tutti i modelli soddisfano la norma sui gas di scarico Euro 6 e offrono una funzione start/stop. Inoltre, per la prima volta in questo segmento, Mercedes offre un modello ibrido plug-in, GLC 350 e 4MATIC, che combina l’agile guida a trazione integrale con valori di consumi ed emissioni ridottissimi: il SUV mid-size raggiunge una velocità di 235 km/h, emette soltanto 60 g/ CO2 per km e vanta una potenza complessiva di 155+85 kW (211+116 CV), stabilendo così un record per la categoria. Questo modello ibrido è in grado di viaggiare in modalità esclusivamente elettrica, quindi priva di emissioni locali, per 34 km e, all’occorrenza, accelera da 0 a 100 km/h in 5,9 secondi grazie alla funzione boost.

Sempre a proposito di efficienza, occhio a questi numeri della nuova Mercedes GLC: con un valore Cx di 0,31 (GLK 0,34) e una resistenza aerodinamica di 0,794 (GLK 0,87), la vettura stabilisce un primato nel segmento. La migliore aerodinamica è il risultato non solo di una carrozzeria dalla forma ottimizzata, ma anche di numerosi altri dettagli, come le guarnizioni di radiatore e fari, l’apertura a feritoie del radiatore, lo spoiler del tetto allungato e il rivestimento ottimizzato del sottoscocca.

Le sospensioni Air Body Control coniugano stabilità di marcia eccellente ed agilità sportiva, garantendo il massimo comfort possibile e straordinarie capacità fuoristradistiche. In funzione delle impostazioni del programma per la dinamica di marcia vengono selezionate caratteristiche specifiche: nella modalità Sport, grazie alla taratura più rigida e all’assetto ribassato di 15 millimetri, i passeggeri a bordo hanno la sensazione di trovarsi in una vettura sportiva dotata di un’elevata dinamica trasversale. Diametralmente opposta si colloca la modalità Comfort, nella quale prevale la marcia particolarmente confortevole con una taratura morbida. Per poter garantire la massima sicurezza di marcia anche in questa modalità, in caso ad esempio di manovre di scarto repentine, il sistema provvede ad adattare automaticamente la capacità di assorbimento degli ammortizzatori e la forza delle molle nell’arco di 60 millisecondi.

  1. E’ uno dei migliori suv fra le tedesche, lo preferisco di gran lunga ai “compari” della stessa categoria delle case BMW e Audi. Design eccezionale, finiture molto dettagliate e precise, motore eccellente. Ottimo considerato il periodo il discorso consumi, molto importante per questa tipologia di vetture.

    Certo il prezzo di questo modello nuovo sul mercato è importante, e lì veramente col noleggio a lungo termine se si fa un certo uso dell’auto e si dispongono dei vantaggi fiscali che hanno aziende e professionisti diventa in molti casi decisamente vantaggioso.

    L’unica cosa, forse usare questo Suv solo in città nel tragitto casa/lavoro è un po’ sprecato, è un gioellino che merita traversate più “interessanti”. 🙂

Leave a Reply

Your email address will not be published.