Nuovo Nissan NP300 Navara: noleggio a lungo termine di un pick-up confortevole

nissan-np300-navara-2015_01Nuovo Nissan NP300 Navara: non una berlina classica, non un crossover che va per la maggiore, ma un pick-up. Questo sì che è un noleggio a lungo termine particolare. Infatti, si tratta di un cassonato: appunto il cassone è al posto del bagagliaio, separato e non accessibile dalla cabina con i sedili. Veicoli che hanno un successo pazzesco negli Stati Uniti, dove l’esigenza di spazio sui mezzi di trasporto è sentitissima.

L’obiettivo dei giapponesi non è da poco. Visto il successo incredibile della Nissan Qashqai, si vuole unire il comfort di questa crossover alla robustezza del pick-up: il tutto dentro l’affidabilità offroad del nuovo Nissan NP300 Navara. Alla fine, hai un pick-up comodo da guidare come un crossover: applausi alla Casa.

Con intelligenza, i nipponici hanno progettato per la versione Double Cab un nuovo sistema di sospensioni posteriori multi-link: così  comodità di guida e maneggevolezza s’’impennano. Al contempo, non era facile far dimagrire un bestione del genere, e invece ci sono riusciti: meno 20 kg rispetto al precedente sistema a balestra.

Viceversa, per il modello King Cab, le nuove sospensioni rialzate pesano 7 kg in meno rispetto alle precedenti. Morale, aumentano del 3,1% l’angolo di attacco delle ruote posteriori e riducono il rumore su strada. Il pick-up Nissan NP300 Navara diviene insomma ancora più inarrestabile. E grazie alla riduzione del passo (distanza ruote davanti-ruote dietro) di 50 millimetri, il veicolo ha un diametro di sterzo di 12,4 con una riduzione di 1,4 metro rispetto alla generazione precedente. Ben 3.500 kg di trazione e carico superiore a una tonnellata, da assicurare su pianali lunghi 1.578 mm (Double Cab) o 1.788 mm (King Cab).

Il Nissan NP300 Navara ha l’Around View Monitor e il Forward Emergency Braking (Frenata d’emergenza) e differenziale a slittamento limitato a controllo elettronico (eLSD). Sensori monitorano la velocità delle ruote: se una ruota dell’asse gira più velocemente dell’altra, i freni si attivano per rallentarla, migliorando la stabilità in curva e il comfort di marcia. Il guidatore sembra un fenomeno e ci ifa un figurone. In realtà, fa tutto l’elettronica. Tra le altre dotazioni di sicurezza ci sono il Cruise Control, Hill Descent Control (HDC) and Hill Start Assist (HSA): elettronica che rende un neopatentato un conducente provetto.

Eccellente l’inedito motore 2,3 litri dCi disponibile nelle due versioni da 163 e 190 cavalli abbinabili alle due o quattro ruote motrici e cambio manuale a sei rapporti o automatico a sette.  Il sistema a trazione integrale è attivabile elettronicamente attraverso un selettore. Su strade normali, il 2WD; per il fuori strada, il 4HI anche in marcia, fino ai 100km\h; quando si ha bisogno invece di tutta la potenza e la trazione, si inserisce la modalità di guida 4LO con marce ridotte. Diventa più offroad con il bloccaggio meccanico del differenziale posteriore.

Leave a Reply

Your email address will not be published.