2016: anno ricco di novità

alfa romeo giuliaLa novità più importante dell’anno, per le flotte aziendali, sarà l’esordio dell’Alfa Romeo Giulia, che segnerà il ritorno della marca del Biscione alla trazione posteriore.

Il mercato dell’auto ha ripreso a correre: nel 2015 l’incremento delle vendite è stato superiore al 15% e le previsioni degli addetti ai lavori assicurano che la tendenza si consoliderà pure quest’anno. A tirare la volata è (e sarà) il comparto delle auto aziendali, in particolare quelle acquisite con la formula del noleggio a lungo termine.

Per continuare a crescere nelle immatricolazioni, i costruttori, finalmente usciti dalla crisi e tornati a marginare utili, hanno in rampa di lancio una valanga di novità, molte delle quali sono particolarmente adatte alla clientela business. Ecco quelle più interessanti che esordiranno nei prossimi mesi.

Iniziamo dalle compatte, che costituiscono l’ossatura delle flotte: la novità più interessante, in termini di volumi di vendita, sarà la Fiat Tipo, cha affiancherà alla berlina tradizionale con bagagliaio separato, già in vendita dalla fine dello scorso anno, una cinque porte con portellone. Secondo le stime, costerà ancora meno della tre volumi: il prezzo d’attacco sarà di 14.000 euro. Vedrà la luce tra marzo e aprile e sarà seguita dalla station wagon (un gradito ritorno di Fiat, assente nel segmento dai tempi della Marea). Per la sw, si parla di prezzo attorno ai 16.000 euro per la motorizzazione a benzina. Altre compatte importanti: la nuova Renault Mégane (già questo mese), il restyling dell’Alfa Romeo Giulietta, la Mazda 3 con il motore 1.5 a gasolio e la quarta generazione della Toyota Prius. La Infiniti Q30 on è una novità, perché in listino da un paio di mesi, ma ne inizierà la commercializzazione: si tratta di una compatta premium molto interessante, anche perché il marchio nobile di Nissan prevede nel corso del 2016 un incremento della rete di vendita e assistenza.

Nei segmenti superiori, invece, la regina sarà la nuova Alfa Romeo Giulia: sarà in vendita da aprile e si preannuncia come un successo. Per le flotte, motori a gasolio 2.2 JTDm di nuova generazione con tre livelli di potenza: 152, 182 e 213 CV. Trazione posteriore o integrale. Arriveranno anche le nuove BMW Serie 5 e Mercedes Classe E. Per tutte, versioni ibride a go-go. Ma per la Mercedes, grazie alla riduzione importante della massa, la disponibilità di un microscopico diesel 1.5 a tre cilindri! Dalla Corea si preannuncia la Kia Optima.

Novità importanti anche tra le station wagon: nuova Opel Astra Sports Tourer, Renault Mégane Sporter e Talisman, Mercedes E e BMW 5 Touring. In più, la Volvo V90. Monovolume sugli scudi: la novità dell’anno sarà una nuova generazione di Renault Scénic (a settembre), disponibile anche in versione a sette posti (Grand Scénic). La Opel Merva perderà le portiere ad armadio, diventando più convenzionale (novembre), mentre la BMW Active Tourer debutterà, a febbraio, in versione 225xe, ovvero ibrida plug-in e con trazione integrale.

Ma il comparto più frizzante sarà, naturalmente, quello delle suv e crossover, con una vera e propria valanga di novità: la nuova Toyota Rav4, che sta per debuttare in questi giorni (e ci sarà pure in versione ibrida), una nuova generazione di Volkswagen Tiguan (aprile), la quarta edizione della Kia Sportage, la Jaguar F-Pace finalmente in vendita (marzo), la Land Rover Range Rover Evoque cabriolet e la prima suv di Maserati (si chiamerà Levante, sarà in concessionaria ad aprile e costerà non meno di 80.000 euro). A fine anno, la seconda generazione dell’Audi Q5.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.