Arval Italia presenta il Global Satisfaction Insight 2016

gsi_arvaLIl 92% dei Clienti di Arval Italia è soddisfatto dell’offerta complessiva di prodotti e servizi, il 93% dell’assistenza stradale fornita in caso di fermo auto e il 96% dei Driver lo è della professionalità e della cortesia del personale addetto al Contact Center di Arval Italia*: queste sono solo alcune delle evidenze emerse dall’edizione 2016 del GSI – Global Satisfaction Insight, il report annuale online che sintetizza la soddisfazione degli stakeholder nei confronti di Arval Italia.
Arval Italia, azienda leader nel noleggio a lungo termine e nella gestione di flotte aziendali, conferma anche per quest’anno la propria filosofia all’insegna della trasparenza, inaugurata nel 2015 quando, per la prima volta, ha deciso di rendere pubblici e accessibili a tutti i dati sulla soddisfazione dei propri stakeholder sul web, un’iniziativa che, ancora oggi, rappresenta una prerogativa di Arval Italia nel proprio settore e costituisce un elemento distintivo sul mercato.
L’edizione 2016 del GSI raccoglie i risultati delle indagini realizzate sugli stakeholder nel 2015.
Il GSI si compone di due sezioni: la prima è il Service Charter, che rappresenta la “promessa” che fa Arval Italia ai Clienti di raggiungere determinati livelli di servizio ed è uno strumento di sintesi composto da un insieme di indicatori di performance, monitorabili da Arval Italia attraverso processi strutturati in grado di misurare il livello di servizio realmente erogato nel corso dell’anno e i suoi scostamenti rispetto agli obiettivi stabiliti.
La seconda sezione misura il livello di soddisfazione di Clienti, Driver, Partner e Collaboratori.
La “voce” di Clienti, Driver, Partner e Collaboratori viene monitorata grazie a indagini periodiche in grado di misurare il livello di soddisfazione di questi stakeholder sulle diverse dimensioni che caratterizzano la loro relazione con Arval Italia, condotte da Partner e istituti di ricerca qualificati a livello internazionale.
Rispetto all’edizione 2015, il numero di intervistati si è ampliato significativamente e sono stati aggiunti alcuni indicatori rispetto a quelli già oggetto della rilevazione lo scorso anno.
La raccolta puntuale dei dati consente di monitorare con chiarezza quali sono i punti di forza di Arval Italia e le aree sulle quali intervenire, con l’obiettivo di offrire un livello di servizio in grado di soddisfare le esigenze e rispondere in maniera sempre più proattiva alle aspettative di tutti coloro con cui Arval Italia quotidianamente si relaziona.
In base ai risultati delle indagini condotte nel 2014, infatti, sono emerse alcune aree su cui Arval Italia ha deciso di intervenire con iniziative mirate, in un’ottica di continuo miglioramento del servizio offerto da Arval Italia.
A seguito degli interventi effettuati, nelle indagini svolte nel 2015, di cui oggi si analizzano i risultati, proprio queste aree sono quelle che hanno registrato i tassi di miglioramento più alti: ad esempio, il Contact Center, che è gestito internamente ad Arval Italia, e la Manutenzione, verso cui è proseguito il processo di riqualificazione del Network, con la creazione di una struttura sul campo (i Network Development Manager) per il monitoraggio delle lavorazioni e dei Riparatori.

Leave a Reply

Your email address will not be published.