Nissan Leaf, noleggio a lungo termine elettrizzante

Se dici auto elettrica, pensi a lei, la Nissan Leaf: la Casa nipponica per prima ha creduto nella mobilità elettrica di massa

 

Se dici auto elettrica, pensi a lei, la Nissan Leaf: la Casa nipponica per prima ha creduto nella mobilità elettrica di massa con la produzione di questo veicolo 100% elettrico, il più venduto al mondo con oltre 200.000 unità commercializzate a livello globale che hanno già generato un risparmio di oltre 300.000 tonnellate di CO2. Di recente, è arrivata la terza generazione di batteria ora potenziata a 250 km (teorici) di autonomia, così si parla di Leaf 30 kW. Fra poco, arriverà la nuova Leaf.

Ovviamente, l’autonomia effettiva dipende da diversi fattori quali la velocità di guida e il tipo di strada (percorso urbano, extraurbano, autostrada), la tipologia di percorso (salita, discesa, pianura), la temperatura esterna e l’uso del climatizzatore, lo stile di guida (ecologico, costante, sportivo). Insomma, la partita si gioca anche sulle abilità di guida del driver dell’azienda.

La Nissan Leaf emette zero emissioni in confronto a 99 g/km CO2 di un veicolo diesel o 89 g/km CO2 di un veicolo ibrido di pari segmento, ma anche zero emissioni acustiche, migliorando l’efficienza energetica e ambientale, il comfort, le prestazioni e il piacere di guida.

Un noleggio a lungo termine elettrico e a beneficio del portafogli: occorrono solo 4 euro per percorrere 100 km con la Leaf, rispetto ai 9 euro necessari per un veicolo diesel. L’elettrica giap non è dotata di motore endotermico né di una trasmissione tradizionale, quindi presenta meno componenti mobili. Ciò significa che per voi ci sarà il vantaggio aggiuntivo di una manutenzione ridotta all’osso.

In quanto alla potenza, abbiamo 80 kW (109 CV) / 3.008-10.000 giri al minuto. Per una velocità massima dichiarata dalla Casa di 144 km/h. Come ricaricarla? Con un’unità di ricarica domestica da 32 A e il caricabatteria a bordo da 6,6 kW optional, si è in grado di fare il pieno a una batteria 30 kWh necessita di 5 ore e mezzo. La bella notizia è che stanno spuntando stazioni di ricarica ovunque, anche se l’Italia non è il massimo in fatto di infrastrutture per macchine pulite.

Grande il piacere di guida: a parte che parte a razzo (l’elettricità viaggia a mille e quindi il mezzo è perfino divertente), la batteria installata nel pianale della Leaf le conferisce un baricentro basso: notevole il controllo delle traiettorie in curva, per un’emozionante esperienza al volante.

Infine, collegando la Nissan Leaf a uno smartphone, tablet o computer, potrete restare costantemente in contatto con il veicolo, controllandone un ampio ventaglio di funzionalità, come la programmazione del tempo di ricarica o l’attivazione del climatizzatore, indipendentemente da dove vi trovate.

Leave a Reply

Your email address will not be published.