Arval: usato sul web e manutenzione per tutti

Primi mesi del 2018 molto effervescenti per la società di noleggio controllata dal Gruppo bancario BNP Paribas. Infatti Arval sta inventando una serie di nuovi servizi a disposizione sia dei clienti sia dei non clienti, diversificando la propria attività con un unico obiettivo: innalzare qualità e competitività dell’offerta migliorando la trasparenza nei confronti del consumatore. Tre nuove iniziative sono attualmente in rampa di lancio: la vendita di veicoli usati ex noleggio attraverso il portale specializzato in e-commerce BrumBrum, l’offerta di preventivi web competitivi sulla manutenzione e l’estensione dei vantaggi del noleggio a lungo termine ai dipendenti delle aziende clienti che non hanno diritto all’auto aziendale.

La prima iniziativa, quella sulla distribuzione del suo usato ex noleggio, si realizza attraverso la partnership con il portale web brumbrum.it, che seleziona una parte dell’usato di Arval, quello più “fresco”, e lo mette a disposizione dei clienti privati. Tutti i veicoli sono dotati di una certificazione di Arval che garantisce alcune caratteristiche fondamentali: l’assenza di incidenti pregressi, la manutenzione regolare (e documentata), la percorrenza garantita, l’unicità del proprietario precedente e l’Iva esposta. Le vetture sono visibili su internet al sito www.brumbrum.it. Arval offre gratuitamente su tutto il suo usato distribuito attraverso BrumBrum l’estensione di garanzia fino a 3 anni, senza alcun costo aggiuntivo: è indubbiamente un valore aggiunto estremamente importante per il consumatore finale. In aggiunta, Brumbrum offre agli acquirenti il diritto di recesso, da esercitare entro 14 giorni o con il limite di percorrenza di 1.000 km. L’opzione può essere esercitata senza dover dare spiegazioni per la rinuncia (non è legata a un vizio del veicolo, perché questa tutela è garantita dal Codice Civile).

La seconda novità si chiama Arval for me, ed è un’iniziativa esclusiva di Arval Italia, che sarà in seguito estesa anche in altri Paesi dove opera questa società di noleggio (in Spagna nel primo semestre di quest’anno, in Francia nell’ultima parte del 2018). Si tratta di una piattaforma digitale che offre la manutenzione ordinaria e straordinaria dell’auto a chi non è cliente di Arval. La piattaforma web (www.arval-for-me.it), realizzata in collaborazione con Quattroruote Professional, sfrutta il network assistenziale in franchising di Arval, ossia la rete di assistenza certificata dalla società di noleggio. I servizi offerti prevedono la preventivazione sulle riparazioni meccaniche, di carrozzeria, di cristalli e l’acquisto o manutenzione di pneumatici. Il cliente può aggiungere facoltativamente servizi quali la prenotazione direttamente online dell’intervento, anche con presa e riconsegna della vettura a casa o in ufficio, o in caso di panne, l’utilizzo del carro attrezzi. Le tariffe di manodopera applicate ai preventivi sono competitive perché stabilite nei capitolati di accordo tra Arval e i suoi partnership d’assistenza, e il costo dei ricambi è vantaggioso perché Arval compra all’ingrosso attraverso canali di fornitura esclusivi. L’obiettivo di Arval è ambizioso: entro tre anni vuole raggiungere un milione di iscrizioni (l’adesione è gratuita) ad Arval for me.

Infine c’è Arval for employee, un’iniziativa dedicata ai dipendenti delle società clienti di Arvel che non hanno un’auto di noleggio assegnata dal datore di lavoro, ma per i proprie spostamenti utilizzano un veicolo di proprietà. Secondo Arval, i dipendenti senza auto aziendale costituiscono il 90% della forza lavoro delle aziende clienti, quindi un potenziale bacino di utenza enorme. Arval for employee offre diverse opportunità: la conversione di una parte dello stipendio in un’auto a noleggio nuova o l’acquisto da parte di Arval dell’auto personale del dipendente, che poi viene data in noleggio allo stesso. L’offerta è valida anche per i dipendenti assegnatari che vanno in pensione, che quindi non saranno costretti a rinunciare all’auto in noleggio.

Leave a Reply

Your email address will not be published.